Telefonando in auto

Lascia un commento

febbraio 21, 2010 di enrico de lea

Chi non ha mai telefonato in auto o solo risposto a una chiamata arrivata sul proprio cellulare? Ebbene sappiate che qualora riceveste a casa un verbale di accertamento per la violazione dell’art 173 comma 2 Cds, relativo all’uso del cellulare in auto, senza essere stati fermati da una pattuglia di vigili o carabinieri, tale multa (salvo l’annullabilità per altre eventuali inesattezze) sarà valida e perciò la dovrete pagare. È ciò che ha stabilito la Suprema Corte di Cassazione Civile con la recente sentenza n. 26204/09 del 14/12/2009. Tale decisione di merito nasce dal ricorso presentato da un automobilista che, nel primo grado di giudizio, innanzi al giudice di pace, si era visto confermare il verbale di violazione amministrativa al codice della strada, previsto e sanzionato dall’art. 173, 2 Cds, nonostante non fosse stato fermato da alcuna autorità nel momento dell’avvenuta infrazione. Nel corso dell’istruttoria, era emersa la piena conferma del verbale, da parte dell’agente accertatore, nella parte in cui aveva contestato all’automobilista l’uso del telefono cellulare nel corso della guida. Più in particolare, nell’audizione l’agente accertatore aveva confermato le circostanze dell’infrazione e spiegato di non avere potuto procedere al fermo del veicolo per motivi di sicurezza. I giudici della Cassazione, nel caso in oggetto, hanno precisato che la sentenza di merito richiama il valore probatorio dell’atto di accertamento, ma hanno ribadito anche che l’audizione dell’agente accertatore era avvenuta sotto giuramento. Inoltre, l’eventuale esclusione del valore di prova privilegiata, attribuito al verbale, non andrebbe a inficiare l’esito della sentenza che trova la sua ragione nell’importanza dell’istruttoria svolta in sede dibattimentale davanti al Gdp. Già nel 2008, la Suprema Corte era intervenuta per delineare i limiti e le possibilità della “mancata contestazione” del verbale Cds: “In tema di violazioni al codice della strada, la individuazione, contenuta nell’art. 384 del relativo regolamento di esecuzione, delle ipotesi in cui è consentita la mancata contestazione immediata della infrazione – che costituisce requisito di legittimità dei successivi atti del procedimento sanzionatorio – non ha carattere tassativo ma esemplificativo, sicché ben possono ricorrere casi ulteriori in cui una tale impossibilità sia ugualmente ravvisabile purché la circostanza impeditiva addotta risulti dal verbale di accertamento e abbia una sua intrinseca logica”. (Cassazione civile, sezione II, 28 maggio 2008, n. 14040). Di seguito alcune interessanti sentenze che hanno contribuito alla recente determinazione della Corte. “Costituisce violazione dell’art. 173, comma 2, codice della strada, l’utilizzo durante la marcia del telefono cellulare, anche per la semplice consultazione della rubrica telefonica”.. Cassazione civile, sezione II, 27 maggio 2008, n. 13766 “Le cause che non abbiano consentito di contestare un’infrazione alle norme sulla circolazione stradale contestualmente al suo accertamento debbono essere precisate nel verbale stesso successivamente notificato al contravventore, come condizione imprescindibile di legittimità dell’atto” Cassazione civile, sezione II, 14 agosto 2007, n. 17687.

*Questo brano è apparso siul numero di febbraio 2010 del “Corriere dell’altomilanese”.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

"La Giustizia deve avere il suo corso. Come Garibaldi" (Marcello Marchesi)
febbraio: 2010
L M M G V S D
« gen   apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti agli altri 2 follower

Lettori del blog

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: